Author: andrea79

A Gozzano assemblea di fine anno per operatori di pastorale familiare

Sabato 22 giugno, dalle 9 alle 12,30 presso l’oratorio di Gozzano (in Via G. F. Gentile, 25), si terrà l’assemblea diocesana di fine anno per gli operatori di pastorale familiare.

«Come una grande famiglia, vorremmo trovarci ancora insieme per ringraziare il Signore dell’anno pastorale trascorso e affidare a Lui le nostre gioie e le nostre fatiche – dicono i direttori dell’Ufficio diocesano di pastorale famigliare Margherita e Marco Invernizzi e don Stefano Rocchetti -. Desideriamo poi confrontarci con voi sulle priorità e sulle necessità che ritenete più urgenti per il prossimo anno pastorale, di modo che la programmazione del lavoro del nostro Ufficio possa essere sempre più al servizio del territorio della nostra Diocesi e delle famiglie che lo abitano».

COME PARTECIPARE
Per questioni organizzative, è richiesto, se possibile, comunicare la conferma della vostra presenza e dell’eventuale presenza di bambini,

Scrivendo all’indirizzo email dell’Ufficio famiglia@diocesinovara.it

Compilando il modulo predisposto, che trovate a questo link.

 

IL PROGRAMMA

Accoglienza

Preghiera di ringraziamento per il cammino dell’anno concluso

Lavoro di gruppo sugli orientamenti di fondo e le finalità della pastorale familiare

Lavoro in assemblea con intervento dei coordinatori diocesani di pastorale familiare

Lavoro di gruppo divisi per aree pastorali (accompagnamento famiglie, preparazione al matrimonio, spiritualità, formazione)

Tabor della famiglia: una messa per tutte le famiglie

Si terrà il prossimo venerdì 12 aprile alle 18.30 il primo appuntamento con il “Tabor delle famiglie”: una messa dedicata alle famiglie della città (celebrata nella chiesa di San Giovanni Decollato), proposta dall’Ufficio per la pastorale familiare.

«Sarà una celebrazione da vivere con tutte le famiglie – spiegano i responsabili dell’Ufficio, Margherita e Marco Invernizzi e don Stefano Rocchetti -: quelle in difficoltà e quelle serene, quelle che vivono i loro primi passi e quelle che sperimentano l’età che avanza o la perdita del coniuge dopo un lungo cammino insieme, quelle con figli e quelle senza…».


L’appuntamento si ripeterà poi ogni secondo venerdì del mese. Per chi lo volesse, sarà anche possibile inviare intenzioni di ringraziamento o preghiera da portare nella Messa all’indirizzo di posta dell’Ufficio famiglia, famiglia@diocesinovara.it o attraverso la compilazione di un form dedicato a questo indirizzo.


A spiegare il perché della proposta, il nome scelto per l’iniziativa. «Il riferimento al monte Tabor – dicono -, indica che è possibile anche per una famiglia che vive i comuni ritmi frenetici dei nostri giorni, fermarsi e vedere tutto lo splendore della propria vocazione. Può esistere, per ogni famiglia, uno spazio ed un tempo in cui la famiglia veda “vesti sfolgoranti” e ritrovi forza e direzione».

Il proposito è quello di allargare questa proposta anche alle altre zone della diocesi. «Iniziamo da Novara – aggiungono i responsabili -, ma sarebbe bello poter proporre un appuntamento simile anche negli altri vicariati della diocesi».